Una Parigi misteriosa, tra catacombe e antiche leggende
logo

Capodanno a Parigi

Viaggi capodanno a Parigi dal 29/12 al 02/01



Gargoyle

 

Parigi è sicuramente una città incantevole e piena di luce, di arte, di vita, ma anche di storia e in particolare ancora oggi racchiude un lato misterioso che la rende ancora più affascinante agli occhi dei visitatori. La capitale francese, nonostante sia chiamata anche città della luce, nasconde numerosi piccoli oscuri segreti e curiose leggende interessanti, la maggior parte delle quali infondate, ma si sa che dietro queste storie si cela sempre un pizzico di verità.

Le catacombe

Certamente uno dei luoghi più oscuri e meno adatti ai deboli di cuore comprende le famose catacombe della città, ovvero l’antico luogo di sepoltura che si estende con una fitta rete di tunnel sotto il suolo parigino. In origine si trattava di una antica cava destinata, nel 1786, a contenere tutte le ossa dei defunti che prima riposavano nei cimiteri delle chiese cittadine, divenendo così in primo luogo un deposito di ossa ma dopo una riorganizzazione acquistò il pieno titolo di mausoleo.

alchimia e misteroOggi è possibile visitare una piccola parte delle catacombe, quasi un chilometro di tunnel, scendendo da una piccola scala a chioccola di 19 metri, attraverso la quale è possibile entrare nel regno della morte in un’atmosfera lugubre e fredda. In cima all’arco d’entrata si legge l’iscrizione “Arrête! C’est ici l’empire de la mort”, una citazione del poeta Jacques Delille, che tende a spaventare e preparare il visitatore alla solennità e al rispetto che il posto richiede. Le pareti sono state assemblate con i teschi creando veri e proprio muri di ossa giungendo appunto a contenere i resti di più di 6 milioni di persone che danno vita all’ossario municipale di Parigi.

Le catacombe e i loro tunnel sono stati persino menzionati da Victor Hugo nel suo romanzo “I Miserabili” e il recente film “Necropolis – La città dei morti” è ambientato e girato effettivamente nel sottosuolo parigino.

Altre curiosità legate alla Parigi misteriosa

La leggenda di un uomo che sconfisse la morte

Non è un caso che nel film sopracitato l’oggetto della ricerca nelle catacombe sia una famosa pietra dell’ immortalità, infatti il famoso Nicholas Flamel, personaggio reso noto soprattutto da J.K. Rowling inHarry Potter e la Pietra Filosofale” fu un pubblico scrivano che realmente visse a Parigi nel XIV secolo circa. Solo dopo la sua morte nacque la leggenda che collegava il semplice libraio con l’alchimia, dipingendolo come un uomo in gradi di tradurre libri di magia e di creare l’elisir di lunga vita, mito creato probabilmente dall’editore che scrisse l’introduzione alla pubblicazione postuma di una sua opera. Nonostante quella di Flamel sia solo una favola, molti sono stati gli scrittori che lo hanno citato e ricordato, come molti sono coloro che oggi conoscono ancora il suo nome.

Le porte di Notre Dame

Il maestoso portone d’ingresso alla Cattedrale di Notre Dame de Paris è il soggetto di un’altra leggenda che collega questa straordinaria creazione con il soprannaturale, anzi addirittura con il diabolico. Una bellezza artistica quasi sovraumana viene spesso giustificata con un patto del creatore con il demonio, come ci ricorda Oscar Wilde per esempio, ed è quello che accadde al fabbro talentuoso Biscornet, che decorò le porte del portale principale creando un lavoro così perfetto e tecnicamente avanzato che i suoi contemporanei trovarono una sola spiegazione: doveva aver venduto la sua anima al diavolo.

Notre DameL’artigiano venne trovato morto in circostanze misteriose il giorno stesso dell’inaugurazione, durante il quale le sue serrature non permisero l’accesso alla cattedrale se non dopo essere state esorcizzate e asperse d’acqua santa. Pur essendo probabilmente solo un antico racconto, ancora ci si domanda come abbia fatto a creare delle decorazioni così maestose con i pochi mezzi che aveva a disposizione, e purtroppo oggi soltanto la porta laterale conserva le serrature originali.

Questi sono solo alcuni suggestivi esempi di quanto misterioso e leggendario si nasconda anche dietro ad una città, accendendo ancora di più la curiosità nel viaggiatore che è spinto a verificare di persona. Ciò che è interessante è constatare quanto queste credenze popolari e questi misteri tendano a diventare radicati nella cultura tanto da trasmettersi nei secoli e affascinano con facilità le menti in cerca di emozioni da brivido.

In conclusione, Parigi è davvero una città ricca di vita, di passione, di storia e di bellezze uniche al mondo che non possono non essere contemplate, quindi ogni occasione è perfetta per visitarla.

Per maggiori informazioni sulle bellezze di una Parigi misteriosa che è possibile vedere durante i nostri viaggi, cliccare QUI.

Sono Cecilia, una studentessa universitaria con la passione per viaggiare e la curiosità di conoscere luoghi nuovi, perchè non c'è modo migliore di spendere il tempo che dedicarlo a scoprire preziose e uniche mete. Ho avuto il piacere di visitare il Tokyo, Copenaghen, Londra, Dublino, Berlino, Praga, Parigi, Budapest e molte altre, perchè desidero fortemente riuscire a visitare il più possibile di questo straordinario e variegato mondo, anche perchè le persone non fanno i viaggi ma sono i viaggi che fanno le persone.

Leave a Reply

*

captcha *

[iframe_popup]

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.