Midnight in... Parigi: capodanno nella capitale francese
logo

Capodanno a Parigi

Viaggi capodanno a Parigi dal 29/12 al 02/01



parigiParigi è conosciuta nel mondo per essere una delle città più affascinanti e romantiche, infatti, la capitale francese, spicca per la sua innata magia e per l’indiscutibile bellezza che permea ogni sua singola parte, dai parchi alle chiese, dai quartieri ai musei, dai monumenti alle piazze.

La Ville Lumière sarà in grado di catturarvi per la sua atmosfera e nell’arco dei tre giorni designati dal programma del nostro viaggio per Capodanno, vi sarà possibile visitare nel modo appropriato e più facile i luoghi e le opere architettoniche più importanti.

Giorno 1-2, Mercoledì 30 e giovedì 31 dicembre 2015

Dopo essere giunti in hotel, nel pomeriggio, rapiti dall’entusiasmo di poter finalmente assaporare la celebre Parigi, il primo desiderio potrebbe essere quello di vedere dal vivo il simbolo della città: la Tour Eiffel, la famosa torre autoportante in ferro battuto costruita per l’esposizione universale del 1889 da Gustave Eiffel, che raggiunge un’altezza di 324 metri, diventando così il monumento più alto della capitale. La vista dall’alto è mozzafiato ed è una tappa imperdibile anche solo per avere la possibilità di osservare il panorama da quella magnifica prospettiva.

Esattamente di fronte alla torre, appena dopo il ponte, è possibile ammirare il complesso monumentale del Trocadéro, formato da due grandi ali a forma di arco allargato e arricchito dalla straordinaria Fontana di Varsavia che di notte, con le sue cascate di acqua e luce, offre uno spettacolo unico. Procedendo lungo la Senna su Quai d’Orsay si può raggiungere l’ Hôtel des Invalides, un imponente complesso di edifici che oggi ospita anche il Musée de l’Armée e la Chapelle Impériale dove furono trasferite le spoglie di Napoleone.

Ponte Alexandre IIIPer chi lo desidera, nel primo pomeriggio, è organizzata una crociera in battello lungo la Senna, per lasciarsi cullare dal meraviglioso paesaggio scoprendo la città da una nuova e speciale angolazione.

Ai fini della serata lasciatevi coinvolgere dagli eventi organizzati dalla città e rendete indimenticabile l’inizio del nuovo anno nella Città della luce.

Giorno 3, Venerdì 1 gennaio 2016

Capodanno è il giorno adatto per perdersi tra le vie della capitale senza una meta, respirando a pieni polmoni l’aria parigina concedendosi una pausa caffè in uno dei tipici locali o magari rilassandosi in un parco come i Jardin du Luxembourg, che rimangono aperti al pubblico. Il parco venne creato nel 1612 per volere di Maria de’ Medici e oggi ospita la riproduzione dell’originale Statua della Libertà donata agli Stati Uniti.

Non può assolutamente mancare una passeggiata nel Quartiere Latino, una zona multicolore e caratteristica, il cui nome deriva dalla funzione storica di centro di studi. Un’altra importante zona è quella degli artisti vicino alla collina di Montmartre che ha sempre attirato pittori di ogni epoca, tra i loro nomi ricordiamo Renoir, Toulouse-Lautrec, Picasso e molti altri.

Sulla vetta della collina si erge la Basilique Le Sacré Coeur, diventato uno dei simboli di Parigi, che vale la pena raggiungere attraverso i 237 gradini, oppure usando la funicolare. Nel pomeriggio, è possibile fare una visita guidata per approfondire e conoscere meglio la città anche da un punto di vista storico che sicuramente la renderà ancora più interessante.

Giorno 4, Sabato 2 gennaio 2016

Come ultimo giorno nella città dell’amore, si potrebbe visitare il celebre Arc de Triomphe, commissionato da Napoleone Bonaparte nel 1806, per poi lasciarsi trasportare dai famosi Champs- Élysées, una delle strade più note al mondo grazie anche ai suoi cinema,caffè e negozi di lusso, giungendo infine a Place de la Concorde, dove venne ghigliottinato Luigi XVI nel 1793.

LouvrePoco distante risiede il museo al primo posto come numero di visitatori all’anno che sono circa 8,8 milioni: il Musée du Louvre, con la sua inconfondibile piramide in vetro inaugurata nel 1989, che al suo interno contiene alcuni dei più grandi capolavori d’arte della storia come la Gioconda di Leonardo da Vinci, Amore e Psiche di Antonio Canova e la Venere di Milo, sarebbe un peccato visitare Parigi senza concedersi il privilegio di partecipare di questi capolavori. Come ultima tappa rimane la cattedrale di Notre Dame, un gioiello dell’architettura gotica francese situato nella parte orientale dell’Île de la Cité sulla Senna. Questa magnifica costruzione possiede i particolari luminosi rosoni e i tipici gargoyle, che fungono da doccioni con lo scopo di far defluire l’acqua piovana, aggiungendo specificità ad un’opera di pura magnificenza sia all’esterno, con gli straordinari portali, che all’interno con le sue cinque navate.

Nonostante Parigi sia ben fornita per quanto riguarda i mezzi di trasporto e in particolare le linee della metropolitana, se non per necessità inerenti la tempistica, non vi è nulla di meglio che passeggiare per le vie godendosi ogni passo circondati dal suo incanto.

Per maggiori informazioni sul capodanno a Parigi, cliccare QUI.

Sono Cecilia, una studentessa universitaria con la passione per viaggiare e la curiosità di conoscere luoghi nuovi, perchè non c'è modo migliore di spendere il tempo che dedicarlo a scoprire preziose e uniche mete. Ho avuto il piacere di visitare il Tokyo, Copenaghen, Londra, Dublino, Berlino, Praga, Parigi, Budapest e molte altre, perchè desidero fortemente riuscire a visitare il più possibile di questo straordinario e variegato mondo, anche perchè le persone non fanno i viaggi ma sono i viaggi che fanno le persone.

Leave a Reply

*

captcha *

[iframe_popup]

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.